News

 
Vedeggiovince2.jpg

31 Marzo 2017

A SKORIC, RISPONDE ELIA, 1-1 NEL DERBY

VEDEGGIO - AC TAVERNE 1    1-1

VEDEGGIO - Cappelletti, Natiello, Alves, Maretti, Rossi, Montini (Casarini, Russo), Belvedere, Giunti, Fasanelli (Bayrak), Cipolletti Elia.

Reti 23’ Skoric - 36’ Elia (rig.)

Si e’ concluso in partita’ il classico derby del Vedeggio svoltosi nell’anticipo di venerdì sera dinanzi ad una bella cornice di pubblico. Entrambe le squadre alla ricerca di punti pesanti hanno dato vita ad una partita bella e frizzante specie nella ripresa, quando negli spazi concessi si sono viste le occasioni migliori ma alla fine il punto messo in classifica dalle contendenti accontenta tutti. Dopo una fase di studio in cui i locali partono meglio il Taverne sfrutta subito l’occasione al 23’ quando Skoric spinge di testa in rete una punizione di Bankovic. Belvedere e compagni non ci stanno e raggiungono il pareggio dopo una decina di minuti con Elia che trasforma il rigore concesso per atterramento di Cipolletti. Nella ripresa i gialloneri si ripresentano con Tamagni al centro della difesa, mentre i locali puntano sulla qualità di Casarini. Cappelletti con due prodezze salva la propria porta e  tiene in gioco i suoi i quali decidono di pungere: una bella azione personale di Elia serve Cipolletti solo in area ma Pinheiro neutralizza la grande chance blaugrana. Poco dopo e’ sempre il numero 22 ad impegnare seriamente l’estremo ospite. La partita vive di fiammate da ambo le parti alla ricerca del guizzo decisivo che pero’ non arriva nemmeno nell’over-time quando sempre Pinheiro compie un autentico miracolo smanacciando il possibile gol vittoria degli uomini di Peschera che ora si recheranno a Lucerna in casa della seconda forza del campionato prima della pausa pasquale.


25 marzo 2017

VEDEGGIO, CHE PECCATO!

PERLEN BUCHRAIN -  VEDEGGIO    2-2 (0-2)

Reti: 6’ Cipolletti, 30’ Elia, 63’ Cocco, 75’ Wagner

VEDEGGIO- Cappelletti, Rossi, Ortelli, Natiello, Alves, Bayrak (70’ Fasanelli), Giunti (80’ Casarini), Rosa, Lavorato, Elia, Cipolletti

L’ufficio complicazioni affari semplici del Vedeggio è tornato a colpire. Nel pomeriggio che poteva regalare gloria per tutti, vittoria sul Perlen e testa della classifica li’ vicina a - 6, i blaugrana si ritrovano a sprecare malamente una festa pronta a decollare nel viaggio di ritorno in Ticino. Sembrava da subito una giornata molto positiva per atteggiamento , determinazione, aggressivita’ e gioco con cui i ragazzi di Peschera hanno messo alle corde i padroni di casa. Cipolletti apriva le marcature al 6’ raccogliendo un rinvio del portiere sui 35 metri e calciando di prima intenzione a porta sguarnita, poi ci pensava Elia travolto da Roth a trasformare il penalty con estrema freddezza e portare in avanti i suoi di due lunghezze. Ed invece basta l’eurogol di Cocco al 63' a far calare il gelo sul pessimo sintetico di Buchrain. La squadra di Velic ci crede e trova il meritato pareggio al 75’ con Wagner abile ad inserirsi tra la difesa immobile confusa dalla posizione di fuorigioco ininfluente di Schmidt. Nell’ultimo quarto i ticinesi si risvegliano dall’incubo e ritrovano forza per cercare i tre punti creandosi due grosse chance con Casarini e Lavorato ma arriva in un attimo il triplice fischio che sancisce il pareggio finale . Le occasioni sciupate in serie, soprattutto in un primo tempo perfetto per intensità e belle combinazioni di gioco, hanno illuso troppo i blaugrana. La vittoria sembrava cosa ormai fatta e anche per questo cambia l’atteggiamento del Vedeggio, con il baricentro che si abbassa e la palla che passa costantemente tra i piedi dei lucernesi bravi a rientrare in partita strappando un pareggio tanto insperato quanto salvifico. Si resta sempre nella zona pericolosa ma non c’e’ tempo per asciugarsi le ferite perché’ nell’anticipo di Venerdì’ 31 marzo sara’ vero derby.


21 marzo 2017


CIPOLLETTI, ROSSI, VEDEGGIO DI RIMONTA.


VEDEGGIO - HERGISWIL 2-1 (0-1)

Lo scontro diretto in quel di Cadempino si annunciava molto combattuto ed inteso viste le rispettive classifiche e cosi’ e’ stato. Ad infiammare la partita e’ stato Marolf che intorno al ventesimo sbloccava il match sugli sviluppi di una punizione laterale. Fiino a quel momento tanto agonismo in campo, molti errori tecnici da ambo le parti e senza sussulti di rilievo. La rete subita scuote i padroni di casa con Cipolletti che di testa impegna seriamente l’estremo ospite il quale salva ancora allo scadere sulla punizione ben calciata da Elia. Nella seconda frazione i ragazzi di Peschera partono a buon ritmo e mettono maggior pressione ai biancorossi. L’Hergiswil fallisce prima il 2-0 colpendo il palo e successivamente subisce la rete del pareggio con Cipolletti tra le proteste per un tocco di mano del numero 11 locale ritenuto pero' involontario. I blaugrana capiscono che e’ il momento giusto per provare il sorpasso. Lavorato dalla bandierina pennella al centro, il tempismo di Rossi anticipa tutta la difesa e la deviazione vincente  e’ quella del definitivo 2-1 perche’ poi Cappelletti e compagni con intelligenza abbassano i ritmi. Blaugrana che non rischiano più’ nulla e intascano tre punti preziosi in vista del prossimo scontro diretto contro il Perlen Buchrain alle spalle di sole tre lunghezze.

Reti: 23’ Marolf, 66’ Cipolletti, 72’ Rossi
VEDEGGIO- Cappelletti, Marsili (53’ Lavorato), Rossi, Ortelli, Natiello, Alves, Bayrak (89’ Fasanelli), Giunti, Rosa, Elia, Cipolletti


I BLAUGRANA PERDONO PARTITA E TESTA.

FC ASCONA VEDEGGIO 1-0 (0-0)
Rete 58’ Sorrentino

Il Vedeggio esce a pezzi dal confronto di Ascona, non tanto per il risultato ma per le sanzioni disciplinari che incideranno pesantemente in vista del prossimo delicato impegno di campionato contro l’Hergiswil. In una gara equilibrata la spezza Sorrentino al 58’ sorprendendo Alves e correggendo di testa in tuffo un tiraccio fuori bersaglio di Facundo. La partita con le squadre molto ordinate ed attente a non scoprirsi ha offerto pochissimi spunti di rilievo. La prima vera occasione capita sui piedi di Ortelli che in demi-vole’ spara alto da buona posizione. Sono gli ospiti ad avere maggior padronanza del campo nella prima frazione pur senza impensierire Buono e compagni. Nella ripresa l’ingresso di Facundo crea vivacità’ sul fronte offensivo di casa, la squadra luganese soffre ma regge fino all’episodio del gol che spezza i sogni di Coppa per i ragazzi di Peschera. Serve pazienza ma soprattutto tranquillità’ perché’ siamo a 15’ dal termine invece cresce il nervosismo e nell’imbuto che porta direttamente nello spogliatoio a cadenze regolari ci finiscono Rossi, Belvedere e Komadina tutti espulsi direttamente dal sig Jerkic. Cappelletti e compagni restano comunque in partita e tentano l’impossibile. L'Ascona non ne approfitta della tripla superiorità numerica e per poco il Vedeggio nel finale sfiora il pareggio con una bella conclusione di Elia. 

FC ASCONA -  Buono, Aiello, Acquadro, Loiero, Raffaglio, Niada, Grassi, Mozzetti (65’ Rigoni), La Rocca (80’ Grimani), Sorrentino, Cornacchia (46’ Facundo)

VEDEGGIO -  Cappelletti, Alves (70’ Maretti), Rossi, Ortelli, Natiello (83’ Marsili), Komadina, Giunti, Belvedere, Fasanelli (61’ Bayrak), Elia, Cipolletti


20 Gennaio 2017

VEDEGGIO, È GIÀ TEMPO DI PREPARAZIONE

I Blaugrana si ritroveranno lunedi' 23 Gennaio al comunale di Cadempino per la preparazione in vista del girone di ritorno che si preannuncia ancora più' combattuto ed incerto. Preparazione alla quale non parteciperanno più' i partenti Migliorin e Romano’ a cui dirigenza e staff tecnico porgono sentiti ringraziamenti per impegno, serietà' e professionalità dimostrata. Si aggregheranno invece i volti nuovi già' annunciati in precedenza. Andrea Cappelletti e Juan Rosa che rispettivamente lasciano Bellinzona e Paradiso.

Nel frattempo la società’ di Cadempino perfeziona un' ulteriore entrata con la firma del centrocampista Andrea Casarini. Cresciuto calcisticamente nel Novara, lo scorso anno ha destato ottime impressioni nel Malcantone ma poi un grave infortunio lo ha allontanato dai terreni di gioco. Tempo e pazienza saranno dalla sua parte per poter dimostrare tutto il proprio valore con la nuova maglia.

Programma Amichevoli

Sabato 4 Febbraio: Fc Lugano U21 - Vedeggio
Martedì' 7 Febbraio: Vedeggio - Fc Morbio
Mercoledì' 15 Febbraio: Fc Paradiso - Vedeggio
Sabato 18 Febbraio: Fc Locarno - Vedeggio
Martedi' 21 Febbraio: Fc Collina - Vedeggio
Sabato 25 Febbraio: Vedeggio - Ac Bellinzona
Sabato 4 Marzo: Vedeggio - As Castello


21 Dicembre 2016

Il Vedeggio Calcio si è fatto il regalo di Natale!!

In mattinata è stato raggiunto l'accordo con firma, dell'ormai ex portiere del AC Bellinzona Andrea Capelletti. Il forte portiere liberatosi dalla società, ha voluto fortemente approdare al Vedeggio e la società blaugrana lo ha accolto a braccia aperte.

Queste le parole di Walter Di Gennaro: "Siamo molto contenti e felici di iniziare questa avventura con Andrea, anche perché siamo convinti che porterà tanta esperienza e qualità sul lato tecnico". La società di Cadempino, comunica anche di aver trovato l'accordo con il centrocampista Juan Rosa, proveniente dal FC Paradiso. La firma definitiva avverrà al rientro dalla vacanza in argentina.

Walter Di Gennaro
Vice Presidente

NB: La Società ci tiene anche a ringraziare di cuore Matteo Migliorin per le tre stagioni passate insieme e per il prezioso impegno profuso verso il club. A Matteo giungano anche i migliori auguri per il proprio futuro sportivo e professionale


10 Novembre 2016

IL VEDEGGIO RISORGE E BATTE LA CAPOLISTA. DECIDE SEMPRE ELIA.

VEDEGGIO CALCIO - FC HOCHDORF: 2-0 (1-0)
Reti: 30’, 85’: A.Elia 

VEDEGGIO: Migliorin, Alves, Maretti, Ortelli, Natiello, Castillo(Fasanelli), Lavorato, Locatelli, Bayrak(Scatena), Elia(Montini), Cipolletti

Grande vittoria del Vedeggio che al Comunale ha sconfitto per due a zero la capolista Hochdorf. La fredda serata è stata scaldata da cori e striscioni della giovane tifoseria presente che hanno mostrato sostegno alla squadra dopo la bruciante sconfitta patita a Brunnen. I blaugrana che in queste sfide sanno esaltarsi senza eguali, hanno sfoderato una prestazione gagliarda,tutta cuore e grinta,ottenendo una vittoria fondamentale.Gli uomini di Peschera hanno sfiorato il vantaggio già al 20’ quando Lavorato da buona posizione calcia debolmente da buona posizione, ma è il preludio al vantaggio che i padroni di casa meritano. Ripartenza fulminea dopo un angolo ospite con bomber Elia in versione Archimede che si inventa una parabola incredibile sorprendendo Schmidt. Locatelli e compagni tengono perfettamente il campo e potrebbero raddoppiare gia’ allo scadere sempre con il numero 22 ma la conclusione a giro esce di un soffio. Termina il primo tempo con il Vedeggio in vantaggio. Nella ripresa la gara aumenta ancor piu’di intensita’, Meyer ridisegna lo schieramento tattico iniziale per migliorare la situazione, Peschera non ha bisogno di cambiare nulla perche’ la squadra copre bene ogni zona, tanto vero che al 55’ Castillo lanciato a rete si divora il raddoppio solo davanti a Schmidt che blocca facilmente. L'Hochdorf non trova il bandolo della matassa ed ogni situazione pericolosa viene smorzata sul nascere dal grande lavoro che i blaugrana fanno in fase di non possesso. I Lucernesi con un gioco molto prevedibile si rendono pericolosi solo sulle palle ferme ma senza avere limpide occasioni da rete. Cipolletti mai domo, apre varchi per gli inserimenti dei centrocampisti ed a cinque dal termine il Vedeggio sigilla il successo con Lavorato che s’invola verso l’area ma viene steso al limite: la punizione di Elia è magistrale e vale il raddoppio. Il finale è nervoso e concitato; la capolista subisce la terza sconfitta stagionale e per la prima volta non riesce ad andare a segno grazie alla cerniera difensiva blaugrana che ha saputo chiudere in maniera eccellente ogni iniziativa. Vedeggio che conquista tre punti fondamentali prima della lunga sosta invernale e resta nel gruppone delle nove squadre in soli 3 punti. 

"Il nostro obbiettivo - dice Mister Peschera - era girare ad almeno a 15 punti non pensando pero’ che rispetto al passato la classifica fosse cosi’ corta, ma l’obbiettivo pur con mille difficolta’ è stato centrato pienamente. Faccio i complimenti a tutti i miei ragazzi perche’ hanno sfoderato una prestazione autoritaria e di grande collettivo"


TRASFERTA ANCORA FATALE

FC BRUNNEN - VEDEGGIO CALCIO: 1-0 (0-0)
Rete: 67' Jovancov

VEDEGGIO: Romanó, Alves, Bayrak (Marsili), Natiello, Ortelli, Fasanelli (Montini), Castillo (Russo), Lavorato, Locatelli, Elia, Cipolletti.

Il Brunnen sul pesante terreno dello Sportplatz, approfitta di uno svarione clamoroso luganese e conquista con Jovancov i tre punti nella importante sfida salvezza. In un primo tempo avaro di emozioni, i locali si sono fatti preferire mettendo in apprensione spesso le corsie laterali grazie alla maggior forza fisica che però non ha prodotto occasioni di particolare rilievo. Il cambio di marcia gli uomini di Peschera lo mettono in campo nella ripresa dove Locatelli e compagni si sono fatti preferire mostrando le cose migliori ed iniziando a servire con continuità l'attacco che iniziava a scalfire il muro svittese. Nel momento migliore della compagine ticinese ecco ancora l'harakiri pronto a colpire inesorabile nel collo blaugrana; per Jovancov è manna dal cielo il ben servito di Romanó, il quale nel tentativo di rinviare lungo viene castigato dalla zolla, il numero 9 di casa si ritrova così la palla sui piedi ed a porta vuota realizza il gol vittoria. Inutile il forcing finale ospite a testa bassa; Brunnen che si difende con ordine e rischia solo allo scadere su una penetrazione di Natiello. Il Vedeggio scivola pericolosamente sotto la linea e sabato arriva la capolista ...


24 Ottobre 2016

UNA DOPPIETTA DI ELIA REGALA IL DERBY AI BLAUGRANA

VEDEGGIO CALCIO - FC ASCONA: 2-0 (1-0)

Reti: 23',90’ A.Elia

VEDEGGIO: Romano’, Natiello, Ortelli, Marsili, Alves, Locatelli, Castillo (Congo), Lavorato, Komadina, Fasanelli, (Cipolletti), Elia (Montini).

Il terzo successo stagionale per il Vedeggio è arrivato nel derby ticinese, grazie alla verve di Elia ed alla giornata di grazia del portiere Romano’ che hanno evidenziato ulteriormente la prestazione corale della squadra di casa a cui si e’ contrapposto un generoso Ascona. Ne’ è uscita una piacevole e combattuta gara in cui la squadra di Peschera ha avuto le occasioni migliori ed ha saputo finalizzarne di piu’ anche se solo allo scadere è arrivata quella sicurezza. Brividi in apertura per un retro passaggio in cui si avventa Sorrentino che cerca il contatto in area con Romano’, l’attaccante va a terra ma in questo caso l’arbitro è bravo a non farsi trarre in inganno. Vedeggio che risponde salendo di tono con le conclusioni di Locatelli e Lavorato: quella di quest’ultimo dalla distanza, si stampa sulla traversa. Al 23’ azione da manuale ed in velocita', riceve Castillo che mette a centro area irrompe Elia, sinistro al volo ed è 1 a 0. Risponde subito l’Ascona procurandosi un calcio di rigore per evidente fallo di mano; Sorrentino va sul dischetto ma Romano’ neutralizza tenendo i suoi in vantaggio. Prima della pausa ancora chance per il raddoppio locale, ma Lavorato fallisce il bersaglio. Nella ripresa il leit-motiv e’ il medesimo, partita all’insegna del grande equilibrio, giocata a buon ritmo ed Ascona che si rende pericolosisssimo sulle palle ferme dove il giovane portiere Romano’ si mette ancora in evidenza deviando di piede una conclusione ravvicinata a colpo sicuro, l’esiguo vantaggio casalingo dei blaugrana tiene. Mister Agostino va a trazione anteriore, in questo caso aumentano gli spazi per le trame offensive locali che pero’ non riescono a chiudere la partita in almeno due occasioni. Ci prova l’Ascona con una conclusione di Muadinavita che finisce fuori di poco; nell’assedio finale arriva la rete della sicurezza con un contropiede micidiale e ben orchestrato in cui Elia, da terminale offensivo, batte nuovamente capitan Buono e regala tre punti preziosissimi per la classifica.


19 ottobre 2016

I BLAUGRANA LA RIBALTANO, IL CASTELLO LA RIACCIUFFA.

VEDEGGIO CALCO - AS CASTELLO: 2-2 (0-1)

Reti 36’ Maffi (ASC), 80’ Elia, 84’ Komadina, 86’ Chinchio (ASC)

VEDEGGIO: Romano’, Natiello, Ortelli, Bayrak (Marsili), Alves, Congo, Fasanelli (Russo), Lavorato, Elia, Castillo, Komadina

Finisce in parita’ il derby ticinese tra Vedeggio e Castello impegnate entrambi a cercare punti per uscire dalla pericolosa zona rossa. Problemi ormai noti in casa blaugrana dove pedine fondamentali a causa infortunio hanno praticamente chiuso il girone di andata, mentre sulla sponda momo’ l’amalgama tra i promettenti giovani ed i piu’ esperti è ancora in fase di costruzione; con queste premesse la partita nasce all’insegna dell’incertezza nel pronostico. Peschera sceglie le due linee a confronto di Baggiolini che rispolvera Kleimann come punta di riferimento nel 4-3-3. Dopo una fase iniziale di studio è il Vedeggio che sciupa la rete del possibile vantaggio: Congo innesca Lavorato che cerca il palonetto a scavalcare Gaffuri, ma la palla esce di un niente. Risponde il Castello con Reclari, conclusione sul fondo. I locali iniziano ad alzare il ritmo manifestando una leggera supremazia territoriale; nel momento migliore blaugrana è pero’ il Castello a passare con una conclusione di Maffi che trova la deviazione di un difensore locale  sorprendendo completamente Romano’. Si va alla pausa con il Castello in vantaggio. Ripresa in cui, nei primi minuti, Lavorato e compagni stentano ad entrare in partita; serve la fiammata di Elia, che si divora solo davanti a Gaffuri il pareggio, ad accendere il motore che dal 60' in poi vede i locali crescere con il passare dei minuti. Nel mezzo del forcing una grossa chance ospite per raddoppiare che pero’ non spaventa il Vedeggio il quale  viene premiato all’80’ con una mezza girata di Elia a centro area su perfetto servizio di Castillo. La rete galvanizza la squadra di Peschera che all’84' trova il sorpasso con una bella conclusione di Komadina dalla distanza. La vittoria sembra ad un passo anche perchê il Castello ha speso parecchio nel contenere le folate degli avversari, ma cosi’ non è: Reclari butta in area per il neo entrato Chinchio, l’attaccante anticipa Alves e deposita in rete firmando il definitivo 2-2. Un punticino che muove la deficitaria graduatoria dei blaugrana, una graduatoria terribilmente corta ma anche terribilmente insidiosa. Far calcoli ora non serve perche’ all’orizzonte c’e’ gia’ un’altra delicata sfida contro l’Ascona anch’esso in disperata ricerca di punti per togliersi dai bassifondi.


10 ottobre 2016

Partita condizionata dagli infortuni. Vedeggio a secco dopo tre risultati utili consecutivi.

FC ESCHENBACH - VEDEGGIO CALCIO: 1-0 (0-0)

Il week end era già iniziato con il piede storto, quando la diagnosi dell'infortunio di Matteo Quadri diceva, rottura menisco e crociato, ma nessuno si sarebbe immaginato un finale peggiore con gli infortuni di Cipolletti, Rossi e Belvedere. Se a questi fattori ci si mettono anche "l'infortunio" di Migliorin sulla conclusione di Mehicic che ha dato il gol vittoria ai locali e la giornata decisamente negativa dell'assistente del sig. Schuepp ecco che il piatto, amaro, è servito. La partita in sè ha pochi spunti di nota da segnalare se non il palo in apertura di Lavorato su punizione e quello dei gialloneri che pareggiava il conto delle occasioni al termine della prima frazione. Nella ripresa i padroni di casa sono pericolosi su un paio di calci d'angolo ma l'incontro resta in sostanziale equilibrio fino al 60': Migliorin scivola e Mehicic realizza a porta sguarnita. Per i blaugrana è una ferita profonda ma che Elia e compagni provano comunque a chiudere con la forza della disperazione gettandosi all'arrembaggio.   Sarà questa volta la bandierina dell'assistente ad incidere sul risultato finale negando il gol regolarissimo a Castillo e nel finale anche a Natiello lanciatissimo a rete proprio nel recupero.

...."facciamo tesoro di quanto sta succedendo e andiamo avanti con ancor più rabbia cercando di reagire con grande furore agonistico nelle prossime partite. È vero che in questo ultimo periodo non siamo stati fortunati sotto l'aspetto infortuni con perdite concentrate nel reparto difensivo; questo ci ha penalizzato nella continuità del lavoro ma noi dobbiamo cercar di far crescere tutti gli effettivi a dipendenza di chi andrà in campo" chiarisce mister Peschera.


2 Ottobre 2016

PIROTECNICO PAREGGIO AL COMUNALE.

VEDEGGIO CALCIO - SC ZOFINGEN: 3-3 (3-2)

VEDEGGIO SHOW MA NON BASTA: DOPPIO ELIA TRASCINA I BLAUGRANA CHE SI FANNO RIACCIUFFARE. CIPOLLETTI LA RADDRIZZA E DUSSIN SU PENALTY FISSA IL PAREGGIO. AL VEDEGGIO MANCA PERO’ UN RIGORE SACROSANTO.

Emozioni a non finire nel festival del gol di Cadempino, dove la banda Peschera in avanti di due lunghezze con le splendide reti in apertura di Alessandro Elia si perde per strada e concede il fianco alla rimonta ospite firmata Muscia-Dussin che hanno approfittato delle amnesie difensive e situazionali di un Vedeggio comunque in grande spolvero. L’estremo di casa Migliorin, fotocopia di Goldau, chiudeva ancora la saracinesca su cui sbattevano le conclusioni pericolose degli ospiti e con Cipolletti passava nuovamente in vantaggio grazie ad una bellissima incornata su cross dalla sinistra di Belvedere. Sulle ali dell’entusiasmo i locali cambiavano ulteriormente ritmo scaturendo l’episodio chiave della gara che avrebbe potuto cambiare le coordinate dell’incontro, quando ancora l’attaccante numero 11 veniva letteralmente steso in area al momento di concludere davanti al bersaglio. Si è capito in quell’istante, che per incamerare la vittoria finale, sarebbero serviti altri fattori per la squadra luganese, perche’ nel momento topico dell'incontro l’arbitraggio ha avuto un peso specifico notevole. Lo Zofingen di Lombardi, dimostratasi comunque squadra altamente competitiva e di assoluto valore che non ha bisogno certo di favoritismi, ha saputo trarre vantaggio dalla propria esperienza e furbizia attirando dalla sua parte le simpatie del sig. Lopez & Co. decisamente in giornata negativa, al punto poi di farsi sfuggire completamente di mano la direzione dell’incontro che ha generato un nervosismo generale incontrollabile; in tale contesto si è arrivati al ridicolo quando l’assistente in imbarazzante confusione ha segnalato l'espulsione per capitan Belvedere, completamente estraneo al contatto visto in area creando l’errore tecnico ed il penalty trasformato con freddezza da Dussin. Il Vedeggio pur con l’uomo in meno non ha rinunciato a cercare di far suo l’incontro andandoci vicino con le conclusioni del solito Elia e Fasanelli a coronamento di una prestazione encomiabile che conferma la crescita globale della squadra ticinese. Per quanto riguarda l’errore tecnico, la societa’ blaugrana ha inoltrato immediatamente il protesto ufficiale. 


26 settembre 2016

VEDEGGIO CORSARO A GOLDAU.

VEDEGGIO CALCIO - FC GOLDAU: 5-0 (3-0)

Reti: 15' Elia, 35' Alves, 44' Elia, 65' Locatelli, 80' Elia (r)

Con un pesante 5-0 il Vedeggio passa a Goldau e può preparare al meglio per il prossimo fine settimana, la delicata sfida contro il favorito Zofingen, attualmente al secondo posto della graduatoria. La partita si apre nel segno di Elia che dopo un quarto d'ora pennella una punizione che s'infila dove Meyer non può arrivarci. Migliorin risponde poco dopo su Huser smanacciando in angolo un'insidiosa palla ferma. Al 35' è bravo Alves col suo pressing, ad indurre all'errore la retroguardia di casa che dà il ben servito al blaugrana che sigla il raddoppio. Il Goldau di Marini non si dà per vinto e continua a macinare gioco pur senza creare vere occasioni ma gli spazi si aprono ulteriormente a favore del Vedeggio che proprio allo scadere del primo tempo sigla il 3-0 ancora con Elia lesto a raccogliere una corta respinta di Meyer su centro di Cipolletti. La ripresa regala ancora emozioni a non finire perché il Goldau non ci sta e si butta letteralmente in avanti per accorciare il punteggio. I blaugrana infatti, complice un calo di tensione concedono troppo alla squadra giallorossa che si procura quattro occasionissime a tu per tu con Migliorin bravo a superarsi in tutte le situazioni compiendo autentiche prodezze per tenere inviolata la propria porta. Belvedere e compagni decidono che è ora di chiuderla definitivamente e sfruttano con saggezza un'altra indecisione della retroguardia di casa realizzando la quarta rete con Locatelli dalla distanza. Le occasioni a onor di cronaca fioccano anche sulla sponda ticinese che all'ottantesimo fissa la "manita" sul match con il penalty trasformato da Alessandro Elia per la sua personale tripletta.


18 settembre 2016

PAREGGIO A RETI INVIOLATE

VEDEGGIO CALCIO - FC IBACH: 0-0 (0-0)

A Cadempino il classico risultato ad occhiali, rispecchia l'andamento dell'incontro dove padroni di casa ed ospiti si annullano a vicenda in una gara molto combattuta e dai ritmi elevati imposti dalla formazione di David Pallas che merita la posizione di seconda della classe grazie ad un'ottima solidità. Solidità messa in campo anche dal Vedeggio che ha mostrato di sapere prontamente reagire con carattere ed attenzione. Il concentrato del match è tutto nel primo tempo quando da ambo le parti si cerca di sfondare nelle maglie difensive ma senza occasioni di rilievo se non quando Romanó sventa con bravura su Viola. Il Vedeggio risponde con un paio di percussioni in area ma Cipolletti e Castillo vengono fermati con mestiere. Alla mezz'ora si infiammano gli animi quando ai blaugrana non viene concessa la massima punizione per un netto fallo di mano in area e successivamente quando Osella si vede sventolare il cartellino rosso per un cattivo fallo su Cipolletti. La superiorità numerica peró non si vede fino al fischio finale perché la mole di lavoro di Zukaj e compagni è di notevole sostanza. Il Vedeggio ci prova anche nella ripresa ma senza spunti degni di nota, le difese prevalgono sempre sugli attacchi ed alla fine il risultato accontenta tutti


12  Settembre  2016

VEDEGGIO ANCORA KO!

FC LUGANO U21 - VEDEGGIO CALCIO: 2-0 (0-0)
Reti: 62' Cocimano, 65' Cuppone

Cade ancora il Vedeggio, stavolta contro i "baby" bianconeri che si dimostrano caratterialmente pronti per partite contro formazioni più esperte e la vittoria contro il Vedeggio lo dimostra ampiamente. Abili a sfruttare le debolezze attuali della squadra di Peschera, Cuppone e compagni dal 62' al 65' chiudono la gara con grande cinismo e perfetto ordine tattico. Fino a quel momento in sequenza ci hanno provato i vari Lavorato, Cipolletti, Belvedere ed Elia ma le varie occasioni hanno trovato sulla propria strada l'esperienza fenomenale di Mitrovic che ha dato sicurezza a tutto il reparto difensivo bianconero . Peschera dopo lo svantaggio ha provato a dare una scossa effettuando un doppio cambio che andava a ridisegnare l'assetto tattico dei suoi per cercar di raddrizzare le cose , ma Castillo in due occasioni ha sciupato malamente da buona posizione. Il Lugano avrebbe potuto arrotondare il punteggio approfittando ulteriormente degli spazi concessi dagli ospiti ma colpiva solamente la traversa con l'ottimo Cuppone.


 5  Settembre  2016

CAPITOMBOLO BLAUGRANA

VEDEGGIO CALCIO - FC KICKERS LU: 2-3 (1-1)
5’ Cipolletti, 15’ Barrios, 54’ Castillo, 62’ Fischer, 78’ Conde’ (r.)

Vittoria in rimonta per i lucernesi del Kickers che portano oltre Gottardo tre punti pesanti issandosi al secondo posto in classifica. Una partita giocata ancora bene dai luganesi che la sbloccano subito al quinto minuto con Cipolletti abile a difendersi dalla carica del diretto avversario ed a trafiggere Beganovic. Le buone geometrie di Belvedere e compagni al 10’ liberano in area Castillo, l’estremo rossonero questa volta si supera e sulla ribattuta lo stesso attaccante di casa non centra il bersaglio a porta sguarnita. Gli ospiti rimettono la gara in parità poco dopo sugli sviluppi di una rimessa laterale; la bella combinazione ospite, accentuata da una certa passività difensiva, libera in area l’indisturbato Barrios che trafigge Migliorin. Il Vedeggio produce gioco a dosi massiccie mettendo in apprensione spesso il Kickers che soffre ma non demorde fino ad inizio ripresa quando Castillo con una bella conclusione a fil di palo rida’ il meritato vantaggio alla squadra di Peschera. Vantaggio che però viene nuovamente sciupato quando la lunga rimessa lucernese trova la testa di Fischer la cui spizzicata a liberare il compagno sul secondo palo s' infila incredibilmente sotto la traversa riportando la gara nuovamente  in parita’. Il Vedeggio mastica amaro ma non rinuncia a giocare; l’atteggiamento tattico propositivo lo porta però a scomporsi troppo alla ricerca del nuovo vantaggio. Letale infatti è una ripartenza che costringe Marsili ad un intervento in extremis ma composto su una conclusione dal limite dell’area: l’arbitro valuta invece in modo diverso ed assegna il penalty  che Condê trasforma con freddezza. L’occasione per il pareggio capita poco dopo sul piede di Russo che spara fuori da posizione favorevole. Il Kickers nel finale chiude ulteriormente le proprie maglie difensive e conduce in porto la terza vittoria della stagione.


1  Settembre  2016

CIPOKER. VEDEGGIO TRAVOLGENTE.

VEDEGGIO CALCIO - FC PERLEN BUCHRAIN: 5-0 (2-0)
Reti: 12’,45’,48’,61’ Cipolletti, 76’ Congo.

Nel recupero di campionato, il Vedeggio strapazza il Perlen ottenendo il suo primo successo in questo campionato ma soprattutto mostrando una forte determinazione nel voler raggiungere il risultato pieno. Dopo il rammarico per il pareggio ottenuto a Taverne, dove i blaugrana non avevano sfruttato appieno la doppia superiorità numerica, il tecnico Peschera può ritenersi soddisfatto perchè la squadra ha risposto prontamente sul campo. I Lucernesi, con una difesa ballerina, hanno ulteriormente danzato sulle veloci trame dell’attacco luganese che ha trovato in Cipolletti il mattatore della serata abile a trasformare in rete i servizi dei compagni. Una decina di minuti ed i padroni di casa passano in vantaggio; percussione di Castillo a servire Komadina, appoggio per Cipolletti che la mette dove Keller non ci arriva. Gli avversari si affidano alle verticalizzazioni volanti per il numero 9 biancorosso ma la retroguardia di casa non ha sbavature. Sbloccata la gara Belvedere e compagni trovano ulteriore stimolo e vengono premiati proprio allo scadere del primo tempo quando Rossi nei sedici metri rimette la palla nel mezzo su cui si avventa ancora il bomber di casa firmando il 2-0. Nella ripresa bastano tre minuti per  allungare: Elia si beve in accelerazione il diretto avversario e regala a Cipolletti la palla per la tripla personale. Il Perlen comunque non rinuncia a giocare malgrado il passivo ma la volonta’ dei luganesi è davvero encomiabile. Cipolletti cala il poker personale al 60’ e poi Congo fissa il risultato finale a 15 dal termine con una bella palombella dalla distanza.


29  Agosto  2016

VEDEGGIO IMPATTA A TAVERNE.

AC TAVERNE-VEDEGGIO CALCIO: 1-1 (1-1)
Reti: 15' Elia, 45' Spini (r.)

Taverne con la classica divisa giallonera, Vedeggio in completo bianco rosso blu. Dopo quattro anni riecco il derby; prima della partita viene osservato un minuto di silenzio per le vittime del terremoto. I padroni di casa partono forte costringendo Rossi e compagni agli straordinari ma poi la squadra di Peschera si riorganizza e prende in mano le redini dell'incontro sbloccando la gara al 14' con un tiro potente di Elia. I gialloneri accusano il colpo e subiscono per tutto il primo tempo le ottime trame impostate dall'asse centrale blaugrana che sfiorano il raddoppio con Fasanelli. Potrebbe pervenire prima il pareggio della formazione guidata da Borsieri, quando Migliorin sventa con un doppio intervento, ma poi lo stesso numero 1 causa il rigore che Spini trasforma proprio al termine della prima frazione. Nella ripresa la gara sale di tono e gli animi si scaldano; tra il 50' e 60' finiscono sotto la doccia prima Pallone e poi Loiero, Vedeggio quindi che da subito prova a premere alla ricerca del vantaggio. La manovra paradossalmente risulta meno fluida rispetto alla prima frazione ed il Taverne malgrado l'inferiorità, non rinuncia a ripartire mettendo l'accento in un paio di situazioni offensive. L'organizzazione difensiva dei padroni di casa capitanati da D'Amato è di grande efficacia tanto che solo nel finale un paio di buoni traversoni non vengono sfruttati a dovere dai blaugrana ma l'occasione più ghiotta vede ancora protagonista Elia che solo davanti a Fera si allunga la palla quel tanto che basta per venire anticipato dallo stesso portiere.


15  Agosto  2016

VEDEGGIO CALCIO: KO ALL’ESORDIO.

FC HERGISWIL - VEDEGGIO CALCIO: 1-0 (0-0)
Reti: 48’ Rossi (autogol)

Erano molte le aspettative positive per questo inizio di campionato perchè malgrado le assenze, premesse e statistiche davano segnali confortanti: il Vedeggio di mister Peschera non aveva mai perso all’esordio. Addirittura l’ultima sconfitta dei blaugrana alla prima giornata segnava 01.09 2007 con mister Somazzi. Un episodio sfortunato è costato caro ai luganesi che se ne tornano in Ticino a mani vuote pur avendo lottato duramente per gli interi novanta di gioco. Elia e compagni più passano i minuti più mostrano autorevolezza senza farsi intimidire dall’esperta formazione lucernese che appena trova varchi tenta di rendersi pericolosa ma la difesa fa buona guardia con Migliorin che smanaccia in angolo un insidiosa conclusione da fuori area. I blaugrana cercano le ripartenze e alcune buone trame vengono sventate in extremis dal duo centrale di casa. Alla pausa si è sul nulla di fatto. Ad inizio ripresa l’episodio che regala i tre punti all’Hergiswil di Reto Burri. Sager in posizione di offside s’invola sulla destra e mette al centro; Rossi nel tentativo di smorzare con il petto per Migliorin, manda la sfera sotto il montante regalando il vantaggio che determinera’ il risultato finale. Pronta reazione per il Vedeggio che si mette nella metà campo avversaria con insistenza guadagnandosi diversi calci d’angolo e numerose punizioni da posizione favorevole ma che non portano a nulla. Solo Elia sfiora il pareggio con una conclusione a giro che esce di poco. La difesa casalinga pero’ regge bene e traghetta in porto i tre punti contro un Vedeggio che si è impegnato a fondo per rimediare allo svantaggio. Sabato 20 ci sara’ l’esordio casalingo contro la neo promossa Fc Perlen Buchrein che vanta nelle proprie file un cannoniere del calibro di Michael Budmiger (ex Kriens in LNB).

 


10  Agosto  2016

Il Vedeggio esordirà allo stadio Grossmatt di Hergiswil sabato alle ore 19.00

Nella difficile trasferta Peschera dovrà fare i conti con le numerose assenze per vacanze ed un livello di condizione appena sufficiente per gran parte dell’undici che scenderà in campo al debutto. L’organico è cambiato molto rispetto alla rosa che ha centrato la promozione la scora stagione.  Sono ben 11 i giocatori nuovi e 8 i partenti; servirà tempo e pazienza ai tecnici per trovare i giusti equilibri. La società, lo staff tecnico e collaboratori ci tengono a ringraziare chi non vestirà più il blaugrana ma ha contribuito con cuore, passione e sacrificio a centrare l’obbiettivo tanto atteso nello scorso campionato.

Grazie GERRY, CESKO, ROSCH, MICHI, LEO, APE, CASE, ALEX.

Per gli appassionati, tifosi ed amici che volessero seguire la squadra in trasferta, la partenza in pullman è fissata per le ore 13.30 c/o il Centro Eventi di Cadempino. 
Prezzo CHF 20.-


5 Giugno 2016

Il Tris è servito. Vedeggio Calcio campione di 2a Lega!

LOSONE SPORTIVA – VEDEGGIO CALCIO: 0-3 (0-1)
Reti: 15′ Belvedere, 60′ Lavorato, 83′ Lavorato

VEDEGGIO: Migliorin, Alves, Maretti, Rossi, Zambetti, Rocca, Agostini (Coppola), Belvedere (Cesic), Lavorato, Elia (Bayrak), Cipolletti
 

La festa ai Saleggi è deflagrata alla terza rete di Lavorato che ha mandato in visibilio tutta la tifoseria blaugrana giunta per l’occasione a sostenere i propri giocatori che hanno risposto sul campo con una prestazione maiuscola andando a vincere lo scontro diretto proprio contro l’acerrimo nemico, che nel passato campionato aveva negato la gioia del Titolo alla penultima giornata. Peschera ed i suoi uomini, uniti più che mai, hanno saputo togliersi parecchi sassolini dai propri scarpini che però iniziavano a pesare come macigni; la Coppa di Campioni di 2a Lega in bacheca, ha spazzato ogni dubbio ed ha confermato il Vedeggio la squadra piu’ titolata nelle ultime tre stagioni della categoria regina. Nel match, dopo una partenza attenta da ambo le parti è capitan Belvedere a sbloccarla sfruttando un angolo di Lavorato dopo 15 minuti di gioco. Tanto sono durati i padroni di casa che poi sono crollati sotto la maggior forza mentale e tasso tecnico dei luganesi che hanno traghettato in porto la vittoria con un secondo tempo dagli alti contenuti. Durig ha limitato il passivo, salvando su Elia e Cipolletti, ma poi ha dovuto anche lui alzar bandiera bianca sulla pennellata di Lavorato che dai 20 metri non ha lasciato scampo all’estremo orange. Da li’ in avanti è stata un apoteosi per il Vedeggio che ha realizzato la terza rete ancora con Lavorato, ha colpito un palo con Cipolletti ed ha fallito il poker dal dischetto sempre con il proprio numero 10, un monologo fino al triplice fischio finale dell’ottimo sig. Armando Laviola che ha scatenato la festa blaugrana. …” Dico sempre che si si cresce solo attraverso gli ostacoli e le difficoltà; riguardo il nostro cammino in questi anni, sono ancora più orgoglioso dei miei ragazzi!…” Mister Peschera celebra con questa dichiarazione la vittoria del campionato 2015/16.